mercoledì 6 marzo 2013

Genere del mio romanzo con Fabbri Editori

Nell'ultimo post ho interrotto le comunicazioni senza rivelare niente sul romanzo per cui Fabbri ha puntato su di me. Quale sarà il genere?

Dunque... non si tratterà né di un horror, né di un fantasy, né di fantascienza, né di narrativa per ragazzi: niente genere, niente vampiri, streghe, zombie, draghi, sadomaso frust(r)ati e frustranti. NIENTE TREND! Non solo, ma sarà un romanzo autoconclusivo, nessuna saga in vista. Ho semplicemente scritto una storia che volevo scrivere, comune, contemporanea, dopo tanti anni di maniche rimboccate su temi assegnati. Tengo a precisare che non sto sputando nel piatto in cui mangio, anzi, la palestra del fantastico mi è stata di sostegno nella valutazione delle idee, ma da un certo punto di vista per me è stata una liberazione e mi auguro lo sia anche per quella frangia di lettori che non ne può più di mode e filoni editoriali.

Altro per il momento non vi dirò, dilazionando i particolari da qui all’uscita ufficiale che vi comunicherò a breve. Considerati gli abituali tempi biblici dell’editoria italiana, per un romanzo scritto ad agosto (la storia si sviluppa in territorio italico fra maggio e luglio scorsi) l’uscita è davvero vicina. Quindi ancora grazie all’instancabile team Fabbri e un saluto a tutti voi lettori di questo post, nella speranza che torniate a leggere anche il prossimo (nonché il libro, ovviamente).

13 commenti:

  1. Bene, bene Irene. Sono contento. Non vedo l'ora di leggerlo. Anch'io dopo tanta passione per fantascienza e fantasy, racconti che hanno partecipato a svariati premi, sempre di genere, ho nel cassetto una storia di semplice narrativa. Speriamo in bene. In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  2. 'gniamo su, datevi una mossa che voglio leggerlo! (Stefy)

    RispondiElimina
  3. Grazie :D Presto comunicherò la data ;)

    RispondiElimina
  4. Ottimo. "La storia che si vuole scrivere" è il modo migliore per fare le cose fatte bene. :)

    RispondiElimina
  5. Io mi auguro di aver fatto bene, poi mi direte voi :)

    RispondiElimina
  6. Bene! Non vedo l'ora nemmeno io!

    RispondiElimina
  7. Sono molto curiosa anch'io! :)

    07 marzo 2013 01:43

    RispondiElimina
  8. Faccio parte di quella frangia di lettori che non ne può più di mode e filoni editoriali, quindi contentessima che tu finalmente sia riuscita a scrivere qualcosa di diverso e nuovo in cui ti sei lasciata andare. Tutto da scoprire, non vedo l'ora.

    RispondiElimina
  9. Spero di non deluderti, grazie! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia possibile, ho letto diverrsi tuoi scritti e non lo hai mai fatto. Davvero non vedo l'ora di leggere il romanzo!

      Elimina